Latest Devices

La TV MicroLED 4K da 75 pollici di Samsung rappresenta un enorme passo avanti nel futuro

Dopo aver introdotto un enorme MicroLED TV chiamato The Wall al CES dello scorso anno, Samsung è tornata nel 2019 con un televisore 4K da 75 pollici più piccolo, che è molto più pratico per il soggiorno. Utilizza la stessa fondazione MicroLED di The Wall, combinando “singole tessere di MicroLED auto-emissivi, con milioni di chip LED microscopici rossi, verdi e blu inorganici che emettono la propria luce brillante per produrre colori brillanti sullo schermo.” Non c’è retroilluminazione richiesta quindi i display MicroLED possono essere incredibilmente sottili.

Ma il più grande appeal di MicroLED è la qualità delle immagini che dovrebbe competere o battere OLED senza le trappole dell’uso di un composto organico; questo è ciò che rappresenta l’O in OLED, dopotutto. In teoria, MicroLED dovrebbe fornire neri perfetti (tutti i LED microscopici possono essere spenti singolarmente), la luminosità migliore della categoria e una tavolozza di colori HDR incredibilmente ampia – senza burn-in e, si spera, con una durata significativamente maggiore rispetto ai pannelli OLED , dal momento che non c’è alcun degrado naturale di cui preoccuparsi.

Samsung non condivide ancora dettagli specifici di rilascio o prezzi per la TV MicroLED da 75 pollici, ma sicuramente non sarà economica. I display MicroLED sono incredibilmente difficili da produrre su scala, con ciascuno dei sub-pixel RGB che devono essere posizionati con cura – con una misura molto stretta di spazio (o “intonazione”) tra di loro. Se uno di loro è cattivo, l’intero display – o in questo caso una TV – potrebbe essere un fallimento.

Un singolo modulo MicroLED al CES 2018. Questi moduli possono essere combinati per formare schermi di qualsiasi dimensione o formato. Foto di Chris Welch / The Verge

Ma Samsung crede fermamente che MicroLED possa essere il display personalizzato per la tua vita, anche se in questo momento è l’unica azienda ad esserlo. Si dice che altri, tra cui Apple, stiano facendo ricerche sulla tecnologia. La sua natura modulare (è possibile vedere le cuciture di ogni piastrella se si guarda molto vicino) consente di visualizzare qualsiasi dimensione e in qualsiasi proporzione.

Ci sono due pezzi per ogni modulo “MicroLED”. Il primo è la piastra posteriore, che ha dei ganci che si estendono con la torsione di un quadrante in modo che possa facilmente essere collegata ad altri moduli a parete. Samsung afferma che le dimensioni di questi moduli potrebbero in ultima analisi cambiare con l’ingresso di MicroLED nei consumatori. Questi sono prototipi / primi campioni. Ci sono anche moduli audio (leggi: altoparlanti) che possono essere collegati nello stesso modo proprio accanto a un pannello di visualizzazione.

A sinistra: una delle piastre posteriori MicroLED di Samsung, che si collegano insieme ai ganci metallici e quindi tengono magneticamente le tessere del display anteriore. Foto di Chris Welch / The Verge

Quindi, la parte di visualizzazione effettiva si blocca su quella piastra posteriore magneticamente, in questo modo:

I prezzi e la potenziale disponibilità sono ancora sconosciuti.Ci sono stati molti televisori “classici” riveriti per la loro qualità d’immagine nel corso degli anni come il Pioneer Kuro, i plasmi Panasonic e gli OLED LG. Samsung produce alcuni eccellenti TV LCD QLED – con una nuova line-up pronta per l’anno – ma punta chiaramente alla prossima grande cosa e spera che possa arrivare prima di chiunque altro. Anche se è una lunga strada da percorrere, comunque è davvero fantastico.

Via: TheVerge

Related posts

Honor View 20 ufficialmente presentato come il primo smartphone al mondo ad utilizzare la nano-litografia.

Daniele Samà

Android’s Adaptive Brightness Uses Machine Learning

Daniele Samà.

Oppo Patent For A Foldable Smartphone Discovered

Daniele Samà.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy